Nuovi marcatori per la diagnosi precoce del tumore alla prostata

Posted on Giu 1, 2013

Markers_Prostata_Centro_Smile

Nuovi marcatori per la diagnosi precoce del tumore alla prostata
Nuovi e semplice esami diagnostici, per la diagnosi precoce del tumore alla prostata e per evidenziare l’aggressività tumorale.

Nuovi marker consentono infatti di discriminare meglio il tumore prostatico in pazienti con PSA elevato e permette in tal modo di limitare il numero di biopsie non necessarie.

Si tratta di proPSA o PHI e PCA3 (Prostate Cancer gene 3) ora disponibili presso il nostro Poliambulatorio Centro Smile.

Per effettuare il test è sufficiente un prelievo del sangue (proPSA-PHI) o un campione di urina dopo massaggio prostatico (PCA3).

L’insorgenza del tumore alla prostata è destinata ad aumentare.
Il tumore della prostata è attualmente la neoplasia più frequente tra i soggetti di sesso maschile e nel 2013 sono attesi 36.000 nuovi casi.
L’incidenza del carcinoma prostatico ha mostrato negli ultimi anni una costante tendenza all’aumento ed è atteso un moderato e costante aumento anche nei prossimi decenni: l’incidenza stimata nel 2020 è di oltre 43.000 casi e nel 2030 di oltre 50.000.